martedì 4 dicembre 2012

Vincitori TravelFood

Scusate tanto l'attesa... ho avuto tante cose da fare, il lavoro non ha aiutato :(  e gli impegni non sono mancati. Ora posso finalmente comunicare chi sono i vincitori del mio primo contest ^^


La scelta è stata difficile, anche per questo ci ho messo un po' di tempo perché c'erano tante belle ricette; ma solo due hanno vinto... quindi rullo di tamburi.

Vince per la presentazione Francesca di Una cucina tutta per sé con i suoi spaghetti cozze e ceci


e si porta a casa la scatola di zuccherini della Canàsuc a forma di ranocchie ^^


Vince per la creatività No sugar please... per la sua Cheese cake autunnale


questa simpaticissima tazza con una bustina da te disegnata sopra ^^ 



Alle due vincitrici chiedo di contattarmi tramite l'indirizzo: divertirsimangiando@gmail.comper far recapitare a casa i premi vinti ^^

Ringrazio tutti i partecipanti al contest e chiedo ancora scusa per l'attesa.
Buon divertimento ^^

domenica 7 ottobre 2012

Sangria

Ieri sera abbiamo fatto una rimpatriata con i miei amici di viaggio e non poteva mancare la Sangria (potete immaginare quanta ne abbiamo bevuto in Portogallo)..
Questa è la versione "hard" italiana che mi ha dato il nostro amico Marco Gallesio. 


Con questi ingredienti si ottengono 2,5 litri.

Ingredienti:
- 1,5 lt di vino nebbiolo o meridionali di carattere
- 1 bicchierino di rhum
- 1 bicchiere di cointreau o armagnac
- Mezza bottiglia di fanta
- 1 limone
- 2 arance
- 2 pesche
- 2 mele
- 50 gr di zucchero
- 1 stecca di vaniglia
- 1 stecca di cannella
- 5 chiodi di garofano
Preparazione
Lavare e sbucciare le pesche e le mele; tagliatele a cubetti e metteteli in una terrina. Alla frutta aggiungete lo zucchero e il liquore. Lasciare il tutto a macerare (abbandonato al suo destino) per almeno 1ora ma meglio 2.
Tagliate il limone e le arancie a fettine, mettetele in un ampia ciotola e aggiungete le spezie, l’aranciata ed il vino. Lasciare il tutto li tranquilllo per 1 oretta, poi mettere il tutto in frigo per almeno 3 ore.
Servite, bevete e cercate di tornare a casa... se non lo siete già ^^

Consiglio: per essere veramente buona la sangria è consigliabile che la frutta maceri nel vino almeno 24ore.

Buona serata ^^

mercoledì 26 settembre 2012

Moffa

Questa ricetta di Franesca Rossetto partecipa al contest Travel Food
 
La ricetta proviene dalla Liguria, precisamente da Cairo Montenotte (SV) dove ogni anno ad agosto si svolge la manifestazione di Cairo Medievale. 
Passeggiando per la città ogni sera si trovano banchetti dove si possono assaggiare piatti tipici. 
Assolutamente da non perdere è il banchetto dell'Associazione Marinai d'Italia sezione di Cairo Montenotte dove si può gustare la MOFFA, il pasto medievale dei marinai! 
Ma cos'è la moffa??? Il pane arrivò molto tardi sulle navi con l'arrivo del frumento che si poteva facilmente ridurre in farina. In origine la moffa era una galletta non lievitata che diventava dura in breve tempo. Per ammorbidirla, i marinai mettevano sopra le acciughe marinate.



Oggi i marinai ci propongono una rivisitazione della moffa che si prepara con: 
- filetti di acciughe fresche marinate nell'olio d'oliva
- prezzemolo fresco tritato 
- aglio 
- peperoncino
- pane 

Preparazione:
Pulire accuratamente il prezzemolo eliminando tutti i gambi e lasciando solo le foglie, poi una volta lavato e ben asciutto si mette nel frullatore e si frulla insieme all'aglio tritato finemente, al peperoncino  e all'olio extravergine fino a raggiungere la consistenza di una salsa. 
Poi si uniscono  i filetti di acciughe alla salsa al prezzemlo e si lasciano ancora marinare per diverse ore.
Infine si taglia a metà un panino e si farcisce con abbondati filetti di acciughe e salsa al prezzemolo.

E' una ricetta semplice dal risultato strepitoso!!!!!!!!!!

E' doveroso un ringraziamento MOLTO SPECIALE allo chef dei marinai PIERO che si è occupato della preparazione della moffa durante la manifestazione e mi ha fornito la ricetta!
GRANDE PIERO !!!!!!!!!!!!!!!!

domenica 23 settembre 2012

Corso cake design

Oggi, insieme a mia madre, ho fatto un un corso di cake design a Torino dove ho realizzato, insieme alle mie compagne di avventura questa magnifica torta ^^


La nostra insegnante, Antonella, ci ha spiegato come realizzare una torta con la copertura di pasta di zucchero, mostrandoci come manipolare e ottenere delle semplici decorazioni, anche con l'aiuto di alcuni stampi.

La prima mezza giornata era di teoria, ci ha spiegato come ottenere un buon Pan di Spagna, la farcia ideale per questo genere di torta e come realizzare la pasta di zucchero.

Nel pomeriggio ci ha divisi in gruppi per realizzare, a nostro piacimento, delle decorazioni.
Noi abbiamo scelto di fare dell'erba, quindi abbiamo colorato la PdZ di verde e manipolandola un po' a testa (così ci sporcavamo tutte le mani) abbiamo ottenuto un verde chiaro.
Con l'aiuto del matterello abbiamo raggiunto lo spessore ideale e Antonella ci ha mostrato come applicare la PdZ su una base di polistirolo, usando la spatola, per farla aderire bene.
Applicando dell'altro color verde al nostro impasto di zucchero, abbiamo ottenuto un verde più scuro per fare dei fili d'erba.
Ognuna di noi quindi si è sbizzarrita a creare delle decorazioni per la nostra torta; io ho fatto le calle, le coccinelle ed il bruco ^^


Eccoci qua tutte insieme; da sinistra c'è Debora, Silvia, Rosella (mia madre), Io e Irina.

Sono contenta di aver partecipato al corso e di aver incontrato altre persone con cui passare una splendida giornata.

Buon corso a tutte ^^

giovedì 20 settembre 2012

Sottofiletto con salsa al pepe

Oggi vi presento una ricetta molto veloce e gustosa, realizzata con dell'ottimo sottofiletto bovino ^^


Ingredienti per 2 persone:
- 2 fette di sottofiletto di manzo da 200gr l'una
- 4 cucchiai di pepe misto
- 200ml di panna da cucina
- un bicchiere di brodo
- 2 cucchiai olio extra vergine di oliva Dante
- sale

Preparazione:
Con un batticarne pestate finemente 3 cucchiai di pepe, in un tovagliolo. Distribuite sulla carne e schiacciate col palmo della mano per far penetrare il pepe nei sottofiletti.
Versate l'olio in una padella larga e dal fondo spesso, fatevi rosolare la carne a fiamma viva; abbassate il fuoco e continuate la cottura per altri 5 minuti, al termine togliete i sottofiletti salandoli e tenendoli in caldo.
Al fondo di cottura aggiungete il brodo, incorporate la panna e il pepe macinato in precedenza e fate restringere per qualche minuto.
Mettete le fettine di carne in padella, giratele in modo da impregnarla con la salsa.
Componete i piatti distribuendo sulla carne un po' di salsa e servite la rimanente in una ciotolina.
Decorate mettendo sulla carne i grani di pepe intero rimanenti.

Buon appetito ^^

domenica 9 settembre 2012

Incontro in Tisanera

Io attualmente lavoro con il fidanzato di Luisa, ci siamo scambiate l'indirizzo e-mail e ci siamo scritte in questi 4 mesi. Abbiamo parlato di quello che ci appassiona che come avrete capito è la cucina, mentre con Alberto ha parlato di fotografie ^^
Scrivendoci di noi è venuto fuori che lei lavorava in una Tisaneria. Sembra farlo apposta ma io adoro il the e le tisane, di inverno mi piace assaporare queste bevande accompagnate, perché no, con una fetta di torta o dei biscotti.

Dato che avevamo voglia di conoscerci di persona, ieri pomeriggio Alberto ed io siamo andati a trovarla in LINNEANA la Tisaneria di Ivrea in via 4 martiri n° 33, dove ci siamo finalmente incontrate in questo magnifico posticino ^^



Ci siamo seduti fuori al fresco, dato che era una bellissima giornata di sole.


Abbiamo sorseggiato degli ottimi the freddi: uno al tè nero con lavanda e bergamotto, l'altro tè verde e tè bianco ai fiori di loto (che consiglio di provare); tutto questo parlando del più e del meno.


Può darsi che sabato l'abbiate sentita a radio deejay, dove ha parlato del nostro incontro e della cena che aveva organizzato per l'occasione. Io me la sono persa  =(
Comunque la cosa più buffa è che con tutte le foto che abbiamo fatto... manca una di Luisa e me. Ahah

Questo incontro mi ha fatto molto piacere e spero proprio di ripeterlo andando a ritrovarla o facendomi raggiungere qui a Torino per una tazza di the ;)

Buona serata ^^

mercoledì 5 settembre 2012

Arroz negro

Questa ricetta di Giacomo Picariello partecipa al contest Travel Food

Vi presento una ricetta che è una variante della solita paella: l'arroz negro.
Sembra che questa ricetta sia tipica della costa della Catalunya e ricorrente soprattutto nella città di  Tarragona.
Mi ricordo di averla mangiata per la prima volta nella cittadina di Calafell, sulla costa Catalana.
L'aliolì di accompagnamento è stato modificato per non usare l'uovo crudo, come la ricetta tradizionale prevede.
Spero di avervi portato un piccolo angolo di Spagna e di avervi fatto viaggiare con il gusto!!!


Ingredienti per 4 persone:
- 400gr riso qualità "bomba" (sostituibile con riso originario a chicci tondi)
- 300gr seppie con tentacoli
- nero di seppia
- 1 cipolla
- brodo di pesce
- peperoncino secco macinato
- prezzemolo tritato

Per l'aliolì:
- 1 spicchio d'aglio
- 1 cucchiaio di aceto di mele
- 1 bicchiere di olio di semi e 1/2 di olio extravergine d'oliva.
- sale

Preparazione:
Pulire le seppie e tagliarle grossolanamente a strisce, e le teste a metà.
Tritare la cipolla grossolanamente. Aggiungere nella paellera la cipolla e l'olio.  Far rosolare la cipolla , quindi aggiungere le seppie, prima le teste, quindi le strisce.
Cuocere per 20min aiutandosi con il brodo di pesce ben caldo. Salare.
A questo punto aggiungere il riso e far tostare leggermente. Aggiungere il peperoncino macinato e il brodo di pesce. La quantità di brodo dovrebbe essere di 1,2lt, però è meglio tenerne un pò da parte.
Cuocere la paella per 20minuti totali: 10minuti a fuoco intenso e gli altri10 a fuoco basso. A metà cottura aggiungere il nero di seppia disciolto in poco brodo. Di tanto in tanto scuotere la paellera.
Per l'aliolì frullare tutti gli ingredienti con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema densa.
A fine cottura alzare la fiamma per qualche secondo e controllarla affinchè nella parte inferiore si formi quello che si chiama "socarrat", ovvero la crosta. Spegnere e lasciar riposare per 5 minuti prima di serivire.
Decorare con prezzemolo tritato e servire con aliolì.

Buen provecho!!!!

mercoledì 22 agosto 2012

Il mio primo contest TravelFood

Sono tornata recentemente dal Portogallo dove ho trascorso due splendide settimane, con Alberto e amici.
Ho potuto apprezzare la cucina autoctona e nelle prossime settimane voglio riproporre nel blog i piatti che ho assaggiato, perché mi sono piaciuti davvero molto... 

In occasione di questo voglio indire il mio primo contest "TravelFood". 

Ho deciso di chiamarlo "cibo in viaggio" perché anche quando si fa un viaggio capita di assaggiare piatti tipici del posto; anche la gita di un giorno vale nel discorso, è pur sempre un viaggio  = )


Le regole di partecipazione:
- Il contest parte oggi 22 agosto e terminerà il 9 23 ottobre.
- La ricetta deve essere correlata di foto; per il piatto che presentate dovete raccontare dove lo avete mangiato e perché siete andati li.
- Chi ha un blog deve inserire al fondo del post il banner del contest; ricordatevi di lasciare il link della ricetta come commento a questo post. Inoltre dovrete mettere il banner nell'homepage.


<a href="http://divertirsimangiando.blogspot.it/2012/08/il-mio-primo-contest-travelfood.html">
<img src="http://1.bp.blogspot.com/-u2XeiqRI48c/UDTjlmqj-EI/AAAAAAAABUg/fJ5jCGuwRr0/s400/travelfood.jpg"/></a>

- Chi non ha un blog mi deve mandare la ricetta via e-mail, all'indirizzo divertirsimangiando@gmail.com
- Si può partecipare con più di una ricetta
- Valgono ricette già postate nel 2012.

- Se diventaste miei sostenitori, non mi dispiacerebbe ^^

Alla fine pubblicherò tutte le ricette partecipanti in una raccolata.

Ci saranno due vincitori decretati da Alberto e me, uno in base alla creatività e l'altro alla presentazione.
I regali sono una sorpresa...ve li svelerò più avanti,  vi tengo ancora un po' sulle spine  = )

Per qualunque chiarimento non esitate a contattarmi; spero che partecipiate numerosi e non ho dubbi che riuscirete a stupirmi = D

Buon divertimento  ^^

Ricette partecipanti
  1. Azzoz negno di Giacomo Picariello
  2. Moffa di Francesca Rossetto
  3. Autumn Cheese Cake di No sugar please...
  4. Torta alla lavanda di Valy
  5. Dolmades di Veronica
  6. Pollo al curry di Cinzia
  7. Panna cotta al cocco di Cinzia
  8. Souffle alla banana con salsa di Cinzia
  9. Zuppa all'aglio di Milena
  10. Zuppa dello Yucatan di Silvia
  11. Involtini di foglie di vite di Silvia
  12. Polenta con crostini formaggio alla piastra e zampone di cucina con M.E.
  13. Strudel di crauti da Innsbruck di Beatrice
  14. Hot dog di Tonia
  15. Mezze maniche allo sgombro di Fantasiedellacucinadiannaly
  16. Patate al cartoccio di Tiziana
  17. Tortilla de patatas di Annajennifer
  18. Biscotti speculoos di Delirious Cake
  19. Sformatino di patate fagiolini e pesto di Elena
  20. Spaghetti cozze e ceci di Una cucina tutta per sé
  21. Bombette alla toscana di Lallina87
  22. Speculoos di Laura
  23. Le seychelles e il pesce alla griglia di Ricette in tacchi a spillo
  24. Orecchiette alla crudaiola gratinate di Sarah

martedì 14 agosto 2012

Focaccine con pomodori secchi e zucchine

Per il pranzo al sacco di domani, non possono mancare queste fantastiche focaccine con zucchine e pomodori secchi, sono buone anche se mangiate fredde = )


Ingredienti per 4 persone:
- 300gr di miscela per pane Molino Chiavazza
- 2g di lievito di birra
- 20 pomodorini secchi già puliti
- 2 zucchine
- sale

Preparazione:
Tagliate 10 pomodori secchi a pezzetti e affettate una zucchina a rondelle.
Mettete nell'impastatrice la farina, il lievito, un goccio d'olio, una presa di sale e un bicchiere di acqua tiepida. Azionate la macchina per un paio di minuti. 
Unite la verdura e impastate ancora per un paio di minuti. Lasciate lievitare l'impasto per un paio d'ore. 
Tagliate la verdura rimasta. Coprite una teglia con la carta forno. 
Dividete l'impasto in 8-10 panetti e adagiateli sulla teglia. Farcite ogni panetto con la verdura e un filo d'olio. Lasciate lievitare per altre 20 minuti. 
Infornate la teglia a 200° per 25 minuti. Sfornateli e serviteli tiepidi o freddi.

Buon appetito & buon ferragosto ^^

mercoledì 18 luglio 2012

Fajitas

Ad Alberto è capito di andare a mangiare al messicano, per pranzo. Una volta ha ordinato le fajitas, gli sono piaciuti molto e ieri sera me le ha preparate per farmele assaggiare. Naturalmente non potevamo non metterle nel blog ^^


Queste che riporto sono le dosi per 8 persone.

Ingredienti per la crema di fagioli:
- 200gr di fagioli secchi
- olio extra vergine di oliva Dante
- coriandolo
- pepe

Ingredienti per il riempimento:
- 4 peperoni (due rossi e due gialli)
- 4 cipolle medie
- 800gr di carne di manzo
- 800gr di petto di pollo
- due bottiglie di birra
- coriandolo
- pepe

Ingredienti per le tortillas:
- 750gr di Farina 00 Molino Chiavazza
- 360ml di acqua
- 30gr di lievito  in polvere
- 9 cucchiai di olio extra vergine di oliva Dante
- sale grosso 

Preparazione la crema di fagioli:
Se avete dei fagioli secchi, dovete immergerli abbondante acqua fredda per circa 12 ore; passato questo tempo scolateli. Prendete una padella, aggiungete la cipolla che avrete affettato e ungete con abbondante olio. Quando sarà appassita il tutto aggiungete i fagioli, il coriandolo tritato, salate e pepate a piacimento e coprite con acqua calda. Lasciate cuocere per un'ora abbondante; i fagioli devono risultare morbidi. Con il frullatore riducete il composto in purea. Mettetela in una ciotola e tenetela al caldo.

Preparazione per il riempimento:
Tagliate a striscioline la carne di manzo e di pollo. Mettete la carne in due ciotole e fatele marinare per almeno un'ora, ricoprendole di birra, cospargendo di coriandolo tritato. Nel frattempo pulite i peperoni privandoli dei semi e della parte bianca; tagliatela a strisce. Prendete la cipolla, tagliatela a fettine non troppo sottili. Fate una salsa con un pizzico di sale, una spolverata di pepe, il succo di un limone, la salsa Worchestershire. Prendete una piastra, mettete un filo l'olio e iniziate la cottura dei peperoni, aspettate 5minuti prima di aggiungere le fettine di cipolla. Quando le verdure saranno ammorbidite, scolate la carne e aggiungetela. Cuocete per 5 minuti, aggiungete la salsa e girate in modo che tutti gli ingredienti prendano il gusto. Spegnete quando tutta la salsa sarà evaporata. 

Preparazione Tortillas: 
Riempite un bicchiere d'acqua tiepida, sciogliendovi dentro il sale. Su una spianatoia mettete farina, lievito e olio. Aggiungete l'acqua e lavorate il composto fino a quando non diventa omogeneo. Formate una palla e mettetela in una ciotola, copritela con uno strofinaccio e lasciatela lievitare per almeno un'ora.
Prendete la pasta e formate delle palline da 60-70gr l'una. con il mattarello aiutatevi a stendere la pasta formando un disco rotondo, non troppo sottile.
Scaldate una padella antiaderente e fate cuocere una tortillas. Deve cuocere per pochi minuti su entrambi i lati. Ponete la tortilla in una ciotola con un canovaccio sopra, così mentre una cuoce le altre rimarranno al caldo.


Presentate il piatto di ogni commensale con la crema di fagioli, delle tortillas e una ciotola del riempimento.


Buon Appetito ^^

martedì 3 luglio 2012

Birra fatta in casa

Questo post è stato fatto con la partecipazione di Alberto, perché lui con i suoi amici fa birra da un paio d'anni, e per il suo compleanno gli è stato regalato il kit di fermentazione. Lo abbiamo utilizzato per preparare la bevanda insieme, quindi non poteva mancare nel blog ^^
Un consiglio spassionato: l'imbottigliamento è un'operazione lunga quindi fatelo quando avete un po' di tempo a disposizione.

Ingredienti per la birra:
- kit di fermentazione
- prodotto enologico per la pulizia a base di soda
- metabisolfito
- malto da birrificazione preconfezionato con lievito
- 35 bottiglie da 66 ml
- tappi a corona con diametro 26 mm (con l'interno di plastica)
- 1kg di zucchero per la fase di preparazione
- 180gr di zucchero per l'imbottigliamento

PREPARAZIONE della BIRRA:
- Lavate accuratamente tutti gli utensili che si utilizzano con il prodotto enologico, risciacquare e disinfettare con il metabisolfito, quindi procedere con un ulteriore risciacquo con abbondante acqua. LA PULIZIA E' FONDAMENTALE PER UNA BUONA BIRRA.
- Mettete a bagnomaria il contenitore del malto per 10 minuti, girando di tanto in tanto.
- Fate bollire 2 litri d'acqua (3 se è inverno). Spegnete, scioglietevi all'interno 1kg di zucchero e mescolate.
- Aprite il contenitore del malto e versatelo dentro l'acqua zuccherata, aiutatevi con un cucchiaio per pulire bene pareti della latta. Mescolate il tutto.
- Versate tutto il composto dentro il barile con il rubinetto montato (ovviamente chiuso).

 
- Aggiungete acqua (fredda o tiepida) per arrivare ad avere 23 litri alla temperatura di 28 gradi. Man mano che aggiungete acqua mescolate energicamente. D'estate è sufficiente aggiungere esclusivamente acqua fredda.
- Arrivati alla temperatura di 28 gradi aggiungete la bustina di lievito; la temperatura non deve essere inferiore ai 20 gradi (altrimenti non si attiva la lievitazione) ne sopra i 28, per evitare di uccidere il lievito stesso. Se avete dubbi sulla temperatura potete aggiungere il lievito dopo diverse ore.
- Quando si aggiunge il lievito mescolare energicamente il contenuto del barile per attivarlo.
- Chiudete il barile con il tappo con il solo buco centrale e inserite il gorgogliatore che deve contenere un dito d'acqua e un po' di metabisolfito. Coprite con un pezzetto di alluminio.

Il barile deve stare ad una temperatura di 23-25 gradi per i problemi scritti sopra (d'inverno è consigliabile tenerlo in casa coperto con una coperta e d'estate non esporlo alla luce diretta del sole).

Segno caratteristico che la birra avrà iniziato la fermentazione (a partire da qualche ora dopo l'inserimento del lievito) sarà il borbottio causato dal gas prodotto dal processo mentre passa attraverso il gorgogliatore. Man mano che la fermentazione prosegue il borbottio diventerà sempre più rado. Quando sarà conclusa non sentirete quasi più tale rumore, sarà probabilmente il momento di imbottigliare.

Per esserne certi si fa un test: si inserisce nell'apposito contenitore del densimetro, della birra e inserendo lo strumento segnalerà quando sarà pronta in base al livello segnato dal liquido sul densimetro galleggiante. Il livello sul segno giallo sarà il segno che la prima fermentazione è conclusa.

IMBOTTIGLIAMENTO:


- Lavate accuratamente tutte le bottiglie e gli utensili che si utilizzano con il prodotto enologico, risciacquare e disinfettare con il metabisolfito, quindi procedere con un ulteriore risciacquo con abbondante acqua.
- Posizionate il barile vuoto per terra, e quello pieno davanti ad esso sopra ad una sedia. Aprite il rubinetto e lasciate fluire la birra all'interno del barilotto sottostante. Questa operazione serve per dividere il mosto dai residui che rimangono sul fondo del barile.
- Sciogliere in acqua 180gr di zucchero e versare il composto nel mosto, mescolando energicamente. Questa operazione serve per rendere gasata la birra.
- Coprire il barile con il coperchio a due buchi, assicurandovi che sia ben incastrato.
- Inserire nel buco piccolo il tubo corto e nell'altro il tubo lungo dalla parte non rigida, accertandovi che il tubo "peschi" nella birra.
- A questo punto prendete la prima bottiglia inserite la parte rigida del tubo appoggiandola contro il fondo. Tenendo ben saldo il tubo rigido, soffiare energicamente nell'altro, in modo da creare una pressione per spingere la birra all'interno della bottiglia. Riempite tutte le bottiglie (non eccessivamente, altrimenti potrebbero esplodere, cosa che è successa davvero)
- Tappate le bottiglie con l'apposito strumento.
- Per i primi 15 giorni è necessario tenere le bottiglie in un posto caldo e per i successivi 15 in un posto fresco. Solo allora la birra sarà pronta. 

Accorgimenti per l'imbottigliamento:
Quando il tubo risulta vuoto, controllate che peschi il liquido in quanto tende a curvarsi all'interno del barile.
Più tenete in basso la bottiglia rispetto al barile, più la birra uscirà velocemente.
Quando non riuscirete più a pescare dal fondo del barile, potete versare quello che resta con un imbuto, ma attardate il più possibile questa operazione perché crea molta schiuma.

Buona bevuta ^^

mercoledì 27 giugno 2012

Biscotti all'olio di oliva

Dovete sapere che per personalizzare la mia scrivania nell' ufficio ho messo una scatolina di origami, che rappresenta l'uccello rosso del gioco di AndryBirds. L'altra settimana quando mi sono seduta ho trovato una foto stile rapimento e un bigliettino seguita da un'e-mail che diceva:
Con il seguente ciclostilato le comunichiamo il sequestro del bene in allegato.
Per la liberazione chiediamo una fornitura a cadenza settimanale per l’anno corrente solare in corso di numero 35 cookies (volgarmente chiamati biscotti al cioccolato) atti a deliziare il palato dei protagonisti che leggono in copia conoscenza di questa missiva. (I miei colleghi)

Certi di fare cosa gradita nel restituirle il suo bene e a noi per il riscatto ricevuto le porgiamo
Distinti saluti.

PS: Il bene verrà rilasciato all’erogazione del  terza fornitura prevista dalle modalità del riscatto.

Firmato
HungryBirds & Soci.

PS: lui dice “Io sto bene, ma paga ti prego!”
Dato che avevo in programma di fare dei biscotti, ho "dovuto" portarli anche in ufficio per riavere il mio bene.


Ingredienti per circa 60 biscotti:
- 500gr di farina 00
- 200gr di olio extravergine di oliva Dante
- 200gr di zucchero
- 2 uova
- un pizzico di sale
- la scorza di un limone non trattato

Preparazione:
Con il robot da cucina, montate le uova con lo zucchero fino a che diventa un composto chiaro e spumoso, a filo aggiungete l'olio fino a che non si amalgama bene, quasi a formare una maionese.
Aggiungete il sale, la scorza di limone e la farina setacciata, mentre il robot è azionato.
Prendete la ciotola e lavorate il composto con le mani, fino a quando formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per mezz'ora.
Preriscaldate il forno a 180°. Foderate due-tre teglie con un foglio di carta da forno. Con il composto formate delle palline (io ho calcolato 18-20gr circa ciascuno) appiattitele leggermente con il palmo della mano e distanziatele le une dalle altre. Infornate la teglia per 12 minuti. Sfornateli subito e lasciateli raffreddare per qualche ora prima di servirli.

Buon appetito ^^

lunedì 25 giugno 2012

Ghiaccioli al melone

Ieri pomeriggio ho fatto questi ghiaccioli così durante la settimana, quando il caldo sarà opprimente, potrò fare un break fresco   = D


Ingredienti:
- un melone dolce
- un limone
- bicchieri di plastica

Per guarnire:
- 8 foglie di menta
- 20gr di cioccolato

Preparazione:
Dividete il melone a metà, eliminate i semi e le parti filamentose; sbucciatelo e tagliate la sua polpa a dadini.
Nel bicchiere del frullatore mettete la polpa del melone e il succo di mezzo limone, fino ad ottenere un passato. Mettetelo in un contenitore di alluminio, tenendolo per almeno 3 ore in freezer, mescolando spesso con una forchetta.
Lavate le foglie di menta e tritatele. Tagliate il cioccolato a pezzetti molto piccoli.
Quando il passato di melone sarà ancora morbido, versate il composto in bicchieri di plastica (meglio se sono bicchierini da caffè) e aggiungete ad ognuno menta o cioccolato, mischiate con l'aiuto di un cucchiaino e posizionate al centro uno stecco.
Fare rassodare i ghiaccioli per almeno 2 ore, prima di gustarli.

Buon appetito ^^

Con questa ricetta partecipo
 al contest di aboutfood

giovedì 14 giugno 2012

Collaborazione Olio Dante

OLIO DANTE


Ho iniziato la collaborazione con l'azienda Olio Dante che è dal 1898 che produce e imbottiglia un'ampia gamma di oli, utilizzando una miscela, ottenuta direttamente dalle olive nel complesso agroindustriale oleario degli Oleifici Mataluni o acquistati dai principali e più qualificati produttori italiani ed europei. Dopo la raccolta, le olive sono immediatamente trasportate nello stabilimento di Montesarchio (Benevento), dove devono superare rigidi controlli di qualità. Solo dopo una attenta defogliazione ed un lavaggio accurato, le olive vengono inviate al frantoio, il cuore del complesso degli Oleifici Mataluni. Nel frantoio oleario sono installate 5 linee dedicate all’estrazione dell’olio dalle olive.
Trovo che sia un'azienda molto professionale e lo potrete scoprire anche voi, e altro ancora, andando a visitare il sito Oleifici Mataluni.

Ora non devo far altro che preparare ricette con l'olio ^^

Ricette preparate con Olio Dante:
  1. Biscotti all'olio di oliva
  2. Fajitas 
  3. Focaccine con pomodori secchi e zucchine 
  4. Sottofiletto con salsa al pepe

mercoledì 6 giugno 2012

Riso basmati con crescenza e gamberi

Ho comprato il riso basmati un po' di tempo fa perché è "famoso" per la sua fragranza e il gusto delicato. L'accostamento con gamberetti e crescenza mi ha piacevolmente colpito quindi provatelo anche voi e fatemi sapere ^^


Ingredienti per 3 persone:
- 240gr di riso basmati
- 200gr di crescenza
- 200gr di gamberetti
- 6 mazzancolle (per decorazione)
- una tazzina di latte
- 1 bicchiere di vino bianco
- 1/2 dado per brodo
- un pizzico di sale
- noce moscata
- una noce di burro

Preparazione:
Lavate e sgusciate i gamberetti. In un tegame riempite d'acqua e portatelo ad ebollizione; aggiungete i gamberetti e le mazzancolle, cuocendoli per 2 minuti. Con uno scolino togliete il pesce.
Nell'acqua di cottura aggiungiamo mezzo dado per il brodo.
Nel frullatore ad immersione aggiungete crescenza, metà dei gamberi, latte, sale e una spolverata di noce moscata. Frullate fino a quando la cremina non sarà omogenea.
Prendete una padella aggiungete un filo d'olio e i restanti gamberetti; quando saranno leggermente dorati aggiungete il riso e fatelo tostare. Sfumate col vino e fatelo evaporare. Continuate la cottura irrorando con il brodo poco alla volta. A cinque minuti dalla fine della cottura del riso aggiungete la crema di crescenza e gamberetti; mi raccomando di continuate a sfumare con il brodo fino a quando il riso non sarà cotto.
A cottura ultimata mantecate col burro, date un'ultima mescolata e servite subito, decorando con le mazzancolle.

Buon appetito ^^

giovedì 31 maggio 2012

Cookies

Questi sono i biscotti americani più conosciuti al mondo. Li ho preparati ieri sera ed erano talmente irresistibili che li ho portati anche in ufficio e i colleghi li hanno apprezzati ^^


Ingredienti per circa 70 cookies:
- 500gr di miscela di farina e lievito Molino Chiavazza
- 400gr di cioccolato fondente
- 200gr di zucchero di canna
- 200gr di burro
- 2 uova
- 1 cucchiaino di bicarbonato
- 1 pizzico di sale

Preparazione:
Tagliate il cioccolato a pezzetti.
In una ciotola mettete farina, zucchero, sale e bicarbonato. Incorporate le uova e il burro, che avrete fatto sciogliere. Iniziate ad impastare con le mani e incorporate man mano i pezzi di cioccolato.
Coprite la ciotola con una pellicola e lasciatela riposare in frigorifero per mezz'ora.
Preriscaldate il forno a 180°. Foderate due-tre teglie con un foglio di carta da forno. Con il composto formate delle palline (io ho calcolato 20gr circa ciascuno) appiattitele leggermente con il palmo della mano e distanziatele le une dalle altre. Infornate la teglia per 10 minuti. Sfornateli subito e lasciateli raffreddare per qualche ora prima di servirli.

Buon appetito ^^

Con questa ricetta partecipo
al contest mmm... COOKIES

mercoledì 16 maggio 2012

Tiramisù alle Fragole

Visto che le fragole sono di stagione come non fare una rivisitazione del classico tiramisù?! Dato che era una cena speciale, abbiamo abbinato il dolce allo champagne Moet Chandon.


Ingredienti per 4 persone:
- 250gr di mascarpone
- 2 uova
- 2 cucchiaio di zucchero
- 1 cucchiaino di rum
- 500 di fragole
- il succo di un arancio
- un pacco di savoiardi

Preparazione:
Rompete le uova separando i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con lo zucchero finché il composto diventa chiaro e spumoso; unite in seguito il mascarpone e il rum.
Montate a neve gli albumi e unitelo al composto, mescolando dall'alto verso il basso.
Nel bicchiere del frullatore ad immersione mettete 400gr di fragole lavate e tagliatele a pezzetti; aggiungete il succo dell'arancia e frullate il tutto.
In quattro coppette disponete uno strato di crema al mascarpone, poi uno strato di savoiardi ben imbevuti di frullato di fragole e rifate i due strati precedenti e finite con la crema di mascarpone.
Lavate le fragole tenute da parte, tagliatele a fettine e disponetele sopra.

Buon appetito ^^

martedì 15 maggio 2012

Capesante con patate schiacciate

Non avevo mai assaggiato ne preparato le capesante prima di oggi. Ho voluto "aumentare la difficoltà" abbinando le capesante ad un purè di patate. Spero che voi apprezziate questo piatto ^^


Ingredienti per 2 persone:
- 6 capesante
- 2 patate piccole
- sale & pepe
- noce moscata
- glassa di aceto balsamico

Preparazione:
Lavate le patate e versatele in una pentola con acqua. Cuocete le patate, provando con una forchetta se all'interno è morbido. Sbucciate le patate, schiacciatele bene; aggiungete un pizzico di noce moscata e di sale. Formate sei polpette del composto di patate e posizionatele sui piatti. Con la glassa di aceto balsamico decorate il piatto.
Private le capesante della conchiglia e lavatele. Asciugatele e disponetele in un piatto per salarle e peparle.
In una padella fate scaldare un filo d'olio e cucinate le capesante 2minuti su ogni lato.
Dopo la cottura adagiate le capesante su di un foglio di carta assorbente.
Servite le capesante ancora calde.

Buon Appetito ^^

domenica 15 aprile 2012

Baci di Dama

E' da un sacco di tempo che volevo prepararli e quale occasione migliore se non una domenica piovosa come questa? Io vi consiglio di accompagnarli con del buon the ^^


Ingredienti per :
- 100gr di nocciole
- 100gr di mandorle
- 100gr di zucchero
- 200gr di miscela di farina e lievito Molino Chiavazza
- 150gr di burro
- 2 tuorli
- 50gr di cioccolato fondente

Preparazione:
Introducete nel mixer nocciole, mandorle e zucchero per tritarli in modo fine. Unite la farina, il burro tagliato a pezzetti. Trasferite sul piano di lavoro, incorporate i tuorli e amalgamare fino a ottenere un impasto compatto. Formate una palla, avvolgetela in una pellicola e mettetela in frigorifero per mezz'ora.
Preriscaldate il forno a 180°. Foderate una teglia con un foglio di carta da forno. Formate tante piccole palline e posizionatele sulla teglia distanziati gli uni dagli altri.
Infornate la teglia per circa 10 minuti. Sfornate e fate raffreddare i biscotti.

Prendete una pentola, riempitela d'acqua e mettete sul fuoco.
In un recipiente spezzettate il cioccolato e trasferitelo a bagnomaria in leggera ebollizione. Girate con un cucchiaio finché il cioccolato non si scioglie.
Prendete un biscotto e nella parte liscia mettete un goccio di cioccolato, con l'aiuto di un cucchiaino, ricoprendolo con un altro biscotto. Continuare l'operazione fino a che tutti i biscotti saranno finiti.
Lasciate solidificare il cioccolato prima di servire i Baci di Dama.

Buon appetito ^^

mercoledì 7 marzo 2012

Torta con mousse al limone

Visto che a noi donne piacciono molto le torte, ma abbiamo paura di ingrassare, cosa c'è di meglio di una bella torta allo yogurt, leggera e gustosa per festaggiare la festa della donna??


Ingredienti per la base:
- 200gr di digestive o biscotti secchi
- 80gr di burro

Ingredienti per la mousse al limone:
- 250gr di yogurt magro
- 1 limone
- 100gr di zucchero
- 1 uovo
- 3 albumi

Preparazione per lo strato di biscotto:
Fate sciogliere a bagnomaria il burro. In una terrina unite i biscotti sbriciolati, il burro e il cacao. Mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Prendete la tortiera, copritela con un foglio di carta forno e livellate il composto sul fondo e sulle pareti.
Mettete la teglia in forno a 160° per circa 25 minuti; se aggiungete un recipiente con dell'acqua dentro al forno il cheesecake risulterà meno secco.
Sfornate, lasciatelo raffreddare e poi mettetelo nel frigo per un paio d'ore prima di servirlo.

Preparazione per la Mousse:
Riempite una ciotola d'acqua fredda, immergete la colla di pesce e lasciatela per 15 minuti.
Prendete una pentola, riempitela d'acqua e mettete sul fuoco.
In un pentolino mescolate insieme il succo del limone, lo zucchero, l'uovo e gli albumi usando una frusta. Trasferite il recipiente a bagnomaria in leggera ebollizione e continuate a sbattere fino a ottenere una crema gonfia e vellutata. Togliete dal fuoco e aggiungete la colla di pesce. Incorporate lo yogurt alla crema di limone.
Riempite la tortiera della farcitura e mettetelo nel frigo per almeno due ore prima di servirlo.
Buon Appetito e Auguri ^^

venerdì 24 febbraio 2012

Giornata di relax

Ogni tanto bisogna coccolarsi e regalarsi una giornata di puro relax ed è quello che consiglio anche a voi ^^

Giovedì 9, Alberto ed io siamo partiti verso sera per pernottare al B&B La casa degli iris. La sig.ra Annamaria, la proprietaria, ci ha accolto nel salotto per darci le chiavi della camera e nell'aria c'era un'odore di torta appena sfornata, quella che avremo mangiato a colazione. Noi non avevamo ancora cenato e quell'odorino ci ha aperto una voragine nello stomaco, così ci ha consigliato un ottimo ristorante, con cucina casalinga, il Chez Bionaz, non molto lontano. Abbiamo mangiato bene ad un prezzo ragionevole!
Ritornati al B&B siamo entrati in camera ed era veramente bella la stanza rossa e cosa che ho gradito, sul comodino c'era una brocca d'acqua e due bicchieri ^^

Venerdì mattina ci siamo alzati presto per trovarci questa magnifica tavola imbandita.


La torta che mi aveva attirato la sera prima è questa: una squisita torta allo yogurt, ripiena di marmellata alla pesca (anche questa fatta dalla sig.ra Annamaria)



Mentre facevamo colazione abbiamo potuto godere del panorama spettacolare che si vedeva dalla finestra.

Era la prima volta che andavo ad un B&B e grazie alla calorosa accoglienza della sig.ra Annamaria, alla sua disponibilità e agli ottimi consigli che ci ha dato siamo stati meravigliosamente e spero di ritornarci presto ^^

Abbiamo passato il resto della giornata alle terme di Pré-Saint-Didier e ci siamo goduti una fantastica giornata di relax. E' stato veramente bello godere per un giorno di pace e tranquillità; dover ritornare a casa dopo essere stati coccolati è traumatico... ma è sempre così quando facciamo qualcosa che ci piace = D

Buon week-end ^^

sabato 18 febbraio 2012

Torta salata

Lo so, non sono stata molto costante nello scrivere le mie ricette e spero che mi perdoniate = D

Questa torta salata la prepara sempre  mamma Anna  perché sa quanto io ne vado ghiotta ^^ Ora ho il piacere di farla conoscere anche a voi, così che diventerete pazzi per lei ^^


Ingredienti:
- 200gr farina 00 di grano tenero Molino Chiavazza
- 1 uovo
- 1/2 tazza d'olio di extra vergine di oliva
- 125ml abbondanti di latte
- 25gr lievito di birra
- 50gr groviera
- 50gr prosciutto cotto o mortadella, in 1 sola fetta
- 1 cucchiaino di sale

Preparazione:
Nell'impastatrice unite l'uovo con l'olio e azionate l'mpastatrice per 10 secondi; unite tutta la farina e rimescolare per 15-20 secondi. Fate intiepidire il latte per sciogliervi dentro il lievito e il sale (se il latte è troppo caldo può rovinare il tutto); aggiungetelo all'impasto e mestolate.
Tagliate a dadini il formaggio e il prosciutto; aggiungeteli nell'impasto e date l'ultima mescolata.
Imburrate ed infarinate uno stampo da soufflè e versate tutto l'impasto; l'impasto dovrà raggiungere soltanto un terzo del recipiente. 
Fate lievitare l'impasto in luogo tiepido e coperto da un canovaccio per circa 2 ore.
Mettete la tortiera in forno già caldo a 180° per circa 50 minuti. A cottura ultimata, perforate la torta con uno stuzzicadenti; se ne esce pulito e asciutto la torta sarà pronta.
Sfornate la torta e servitela ancora calda.

Buon Appetito ^^

mercoledì 1 febbraio 2012

Insalata con pollo e salsa di gorgonzola

E' facilissimo farsi un'insalata: vai al supermercato compri gli ingredienti ed il gioco è fatto. Effettivamente l'insalata è un piatto semplice e molto variegato ma quello che rende questa insalata speciale è la salsa con cui la condiamo: la salsa di gorgonzola


Ingredienti per 4 persone:
- 250gr di petto di pollo
- manigotto d'insalata riccia
- 2 pomodori di media grandezza
- 1 cipollotto di tropea
- 5 gherigli di noce
- sale grosso e pepe

Ingredienti per la salsa:
- 100gr di gorgonzola
- 3 cucchiai di latte
- 2 cucchiai di aceto di mele
- 2 cucchiai di olio

Preparazione:
Lavate il manigotto, asciugatela accuratamente e tagliatela a prezzi con le mani. Lavate i pomodori e il cipollotto. Tagliate finemente il cipollotto e i pomodori a cubetti. Mettete tutto in un'insalatiera.
Preparare la griglia e quando è calda mettete il sale grosso e i petti di pollo. Quando saranno ben dorati in entrambi i lati togliete dal fuoco, tagliateli a cubetti piccoli e aggiungete nell'insalatiera.
Nel bicchiere del frullatore ad immersione mettente il latte, il gorgonzola, l'aceto e frullate il tutto. Mentre il frullatore è in funzione unite a filo l'olio, per ottenere una salsa omogenea.
Servite la salsa in una ciotola, qual'ora alcuni non gradissero la salsa e cospargete l'insalata con le noci fatte a pezzettini.

Buon appetito ^^

lunedì 23 gennaio 2012

Mousse al cioccolato con crema alla menta

Ieri era una bella giornata e anche se volevo fare qualcosa di buono, non volevo stare tutto il pomeriggio ai fornelli, così ho trovato un compromesso grazie al preparato per mousse al cioccolato di Molino Chiavazza ^^


Ingredienti per 4 porzioni:
- 250ml di latte freddo
- Preparato per mousse al cioccolato Molino Chiavazza

Crema alla menta:
- 300ml di latte
- 40gr di sciroppo alla menta
- 2 tuorli
- 2 cucchiai di zucchero
- 1 cucchiaio di farina "00" Molino Chiavazza

Preparazione per la mousse:
In una ciotola tersate il latte e gradualmente incorporate le due buste di preparato per mousse, utilizzando una forchetta per mischiare. Prendete lo sbattitore elettrico e utilizzatelo alla massima velocità per fare in modo che la vostra mouse diventi vellutata e omogenea.
Versate la crema in quattro bicchieri e ponetele in frigo per un paio d'ore. 

Preparazione per la crema alla menta:
In un tegame montate i tuorli con lo zucchero fino a che diventa un composto chiaro e spumoso; incorporate la farina e versate a filo il latte e lo sciroppo. Cuocete la crema fino a che non si addensa. Lasciate raffreddare la crema per un paio d'ore.

Riempite ogni bicchiere di mousse con la crema e guarnite con le foglie di menta.

Buon appetito ^^

mercoledì 18 gennaio 2012

Carpaccio di pesce persico con melagrana

Eccomi finalmente a scrivere dopo le feste. Confesso che in tutto questo periodo non vedevo l'ora di cucinare, ma il tempo a disposizione era poco e non sono riuscita a fare niente -_-""
Ora sono felicissima di essere qui a scrivervi ^^

Trovo che il carpaccio è veramente veloce da preparare ed è molto buono; si trovano molte varietà di pesce adatto al carpaccio e si può sempre variare; oggi vi presento il pesce persico.
Vi consiglio di comprare le fettine di pesce per il carpaccio o di tagliarle voi, ma mi raccomando devono essere sottili.
Io vi presento una variante, ma devo ringraziare la mia amica Valentina per questa ricetta  = D


Ingredienti per 3 persone:
- 300gr di fettine di pesce persico
- 1limone
- mezza melagrana matura
- olio extra vergine di oliva
- sale & pepe
- 2 cucchiai maionese
- 1 cucchiaio ketchup

Preparazione:
Prepariamo la marinatura spremendo il succo del limone, aggiungendo due cucchiai dell’olio extra vergine d’oliva e un pizzico di sale e una spolverata di pepe.
Mischiate insieme la maionese e il ketchup per ottenere la salsa rosa.
In una ciotola facciamo marinare le fettine di pesce persico, lasciandolo riposare per circa un'ora in frigorifero.
Ponete le fettine di persico sui piatti che servirete; versate la salsa rosa sopra le fettine e decorare con i chicchi della melagrana che avrete precedentemente sgranato.

Buon appetito ^^